Apple rallenta gli iPhone deliberatamente: arriva la class action

Apple rallenta gli iPhone deliberatamente: arriva la class action

La societ?di Cupertino dovr?affrontare la prima class action per il caso dei rallentamenti volontari di iPhone per risolvere i problemi alle batterie pi?vecchie

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:40 nel canale Apple
AppleiPhone
 

C'era da aspettarselo. Apple sta per affrontare la prima class action relativa al comportamento attuato con i dispositivi con batterie difettose. Su alcuni dei modelli pi?vecchi con batterie ormai usurate, si presentavano infatti riavvi e chiusure inaspettate dello smartphone. Questo perch?sotto certi carichi la batteria integrata del dispositivo non riusciva ad erogare pi?la quantit?d'energia sufficiente per mantenere in vita lo smartphone, a prescindere dalla sua carica residua. La supposizione fatta da diverse fonti online ?stata infine confermata dalla stessa Apple.

Non sta a noi giudicare l'operato della Mela, tuttavia ?ovvio che la conferma ufficiale ha scatenato le reazioni degli utenti e di chi segue il settore sfociando nella prima class action. Questa ?stata voluta dai losangelini Stefan Bogdanovich e Dakota Speas, rappresentati da Wilshire Law Firm: i due hanno depositato la denuncia formale nella mattinata di gioved?presso la U.S. District Court for the Central District of California, accusando Apple di aver rallentato gli iPhone in loro possesso non appena sono stati commercializzati i successori.

"Apple ha violato i contratti impliciti stipulati con i querelanti e i membri della class action rallentando intenzionalmente i modelli di iPhone pi?vecchi una volta usciti i nuovi, senza rivelarlo in maniera appropriata al momento della stipula del contratto", si legge sulla denuncia. I due querelanti facevano uso di iPhone 7 e di molti altri modelli precedenti, e hanno "notato il rallentamento dei dispositivi pi?vecchi solo una volta usciti i nuovi". I due sottolineano inoltre di non aver avuto nessuna possibilit?di scelta sui rallentamenti dei vari dispositivi.

Bogdanovich e Speas cercano adesso di espandere la class action a tutti gli utenti coinvolti dello stato della California e degli Stati Uniti d'America, cercando di coprire tutto il suolo nazionale e coinvolgere gli utenti di modelli precedenti ad iPhone 8. Le speculazioni sono state confermate marted?sulla stessa Apple, che ha ammesso di aver modificato in maniera volontaria la gestione energetica dei dispositivi al fine di prolungare la durata delle batterie integrate sugli iPhone. La feature, nello specifico, ?stata introdotta lo scorso anno all'interno di iOS 10.2.1.

Quando lo stato della batteria degrada in maniera sensibile, la stessa unit?integrata non riesce a fornire ai componenti elettronici integrati negli iPhone l'energia sufficiente per rispondere al suo fabbisogno energetico massimo. Questo pu?portare a riavvi o arresti inaspettati, anche quando la carica residua dello smartphone ?sufficientemente elevata. Ma la denuncia formale dei due losangelini sembra aver frainteso l'obiettivo dei rallentamenti, adducendo le colpe ad una sorta di obsolescenza programmata e non a motivazioni pi?materiali.

Le batterie al litio degradano nel corso del tempo, e non c'?molto da fare in merito. ?per questo che un sistema di gestione energetica ?indispensabile per evitare disastri dopo qualche anno di utilizzo. Certo, Apple non ha spiegato in maniera approfondita il modo in cui avrebbe gestito la problematica quando ?scoppiata negli scorsi anni, e questa ?a nostro avviso la sua colpa pi?grande. Ma alla fine sar?la giustizia a decidere, qualora la richiesta della class action venisse accettata dallo stato della California e negli Stati Uniti d'America.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi?interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

63 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen22 Dicembre 2017, 10:46 #1
Il problema e' che in America e' consentito fare class action per tutto, perche' (a quanto mi ricordo), se capita una cosa che non e' scritta da nessuna parte puoi lamentarti e chiedere i danni.

Quindi per ogni [email protected]@@ata fanno class actions. A me sto comportamento Apple non piace, soggettivamente ma 1) Contratto implicito un corno, se le cose non sono scritte nero su bianco non vedo perche' debbano essere supposte 2) La motivazione tecnica l'hanno data 3) il telefono funziona comunque.

Quello che fa scattare la class action e' il complesso d'inferiorita' di quelli che non possono permettersi il nuovo iPhone restando con quello vecchio, che va pure peggio, puntando pero' sul cavillo legale che nel changelog dell'aggiornamento non e' scritto chiaramente che poteva effettuare un throttling di frequenza per salvaguardare il dispositivo, puntando sul fatto che non c'e' scritto, non tanto sulla motivazione tecnica...
Portocala22 Dicembre 2017, 10:50 #2
Questo se dai per scontato la buona fede di Apple. Ma non sai se nel codice della patch c'è scritto: if valore batteria a rischio > 9000 then riduci CPU o obsolescenza semi-programmata mascherata da protezione della batteria.
znick22 Dicembre 2017, 10:53 #3
non riesco a capire dove sia il dramma: ho un iphone di 4 anni, ho cambiato la batteria e passa la paura!
quante volte capita con batterie vecchie che la carica residua passi dal 60% al 10% in pochi istanti dopo aver aperto qualche app?
jepessen22 Dicembre 2017, 10:58 #4
Originariamente inviato da: Portocala
Questo se dai per scontato la buona fede di Apple. Ma non sai se nel codice della patch c'è scritto: if valore batteria a rischio > 9000 then riduci CPU o obsolescenza semi-programmata mascherata da protezione della batteria.


Qua c'e' scritto che sostituendo la batteria il problema si risolve, quindi mi pare piu' legato alla batteria..

Poi certo. uno puo' sempre prevedere di quanto si abbassa l'efficienza della batteria con l'utilizzo, e calcolare cosi' un margine che in media abbassi la frequenza dopo tot tempo, ed e' ancora piu' probabile che quando esce il cellulare nuovo sanno in media quanto sia l'efficienza della batteria vecchia e facciano un update per rallentarlo aggiustando il limite, ma vallo a dimostrare...

Certo e' che se con la versione vecchia non c'era questo problema, allora uno puo' sospettare che il margine sia stato aggiustato ad-hoc nell'ultima versione (e sono propenso a crederlo, ma la mia opinione vale come il cacio sulle vongole).
gd350turbo22 Dicembre 2017, 10:59 #5
Non sta a noi giudicare l'operato della Mela, tuttavia è ovvio che la conferma ufficiale ha scatenato le reazioni degli utenti e di chi segue il settore sfociando nella prima class action.


Gli utenti (o sarebbe meglio chiamarli clienti ) apple sono strani, si incazzano come vipere pestate per ogni cosa anche minina, ma poi tornano sempre all'ovile, regalando miliardi e miliardi di dollari/euro alla ditta a cui magari poco prima hanno fatto la succitata class action...
Boh...
AceGranger22 Dicembre 2017, 11:02 #6
Originariamente inviato da: jepessen
Il problema e' che in America e' consentito fare class action per tutto, perche' (a quanto mi ricordo), se capita una cosa che non e' scritta da nessuna parte puoi lamentarti e chiedere i danni.

Quindi per ogni [email protected]@@ata fanno class actions. A me sto comportamento Apple non piace, soggettivamente ma 1) Contratto implicito un corno, se le cose non sono scritte nero su bianco non vedo perche' debbano essere supposte 2) La motivazione tecnica l'hanno data 3) il telefono funziona comunque.

Quello che fa scattare la class action e' il complesso d'inferiorita' di quelli che non possono permettersi il nuovo iPhone restando con quello vecchio, che va pure peggio, puntando pero' sul cavillo legale che nel changelog dell'aggiornamento non e' scritto chiaramente che poteva effettuare un throttling di frequenza per salvaguardare il dispositivo, puntando sul fatto che non c'e' scritto, non tanto sulla motivazione tecnica...


bè se mi tarpano l'hardware, il dispositivo non rispecchia piu quello che uno ha acquistato.

sarebbe bastato far uscire un bel messaggio con " guarda che la tua batteria si è usurata, portarlo a sostituire o il telefono andra in protezione".

non ci voleva tanto...
nickname8822 Dicembre 2017, 11:03 #7
Originariamente inviato da: gd350turbo
Gli utenti (o sarebbe meglio chiamarli clienti ) apple sono strani, si incazzano come vipere pestate per ogni cosa anche minina, ma poi tornano sempre all'ovile, regalando miliardi e miliardi di dollari/euro alla ditta a cui magari poco prima hanno fatto la succitata class action...
Boh...
Cosa ti aspettavi ? Apple è un brand che punta specificatamente su quel tipo di persone.
Per loro è una prova di fede, infatti non appena vedranno la class action concludersi senza risultati correranno a consolarsi al primo Apple Store che trovano.

Originariamente inviato da: AceGranger
bè se mi tarpano l'hardware, il dispositivo non rispecchia piu quello che uno ha acquistato.

sarebbe bastato far uscire un bel messaggio con " guarda che la tua batteria si è usurata, portarlo a sostituire o il telefono andra in protezione".

non ci voleva tanto...
Non c'è scritto da nessuna parte nel contratto che devono farlo.
Ragionando così allora dovrebbero anche scriverti "Gentile cliente, si informa che il dispositivo attualmente in uso non vale minimamente il prezzo che l'hai pagato".
demon7722 Dicembre 2017, 11:05 #8
Originariamente inviato da: jepessen
Il problema e' che in America e' consentito fare class action per tutto, perche' (a quanto mi ricordo), se capita una cosa che non e' scritta da nessuna parte puoi lamentarti e chiedere i danni.

Quindi per ogni [email protected]@@ata fanno class actions. A me sto comportamento Apple non piace, soggettivamente ma 1) Contratto implicito un corno, se le cose non sono scritte nero su bianco non vedo perche' debbano essere supposte 2) La motivazione tecnica l'hanno data 3) il telefono funziona comunque.

Quello che fa scattare la class action e' il complesso d'inferiorita' di quelli che non possono permettersi il nuovo iPhone restando con quello vecchio, che va pure peggio, puntando pero' sul cavillo legale che nel changelog dell'aggiornamento non e' scritto chiaramente che poteva effettuare un throttling di frequenza per salvaguardare il dispositivo, puntando sul fatto che non c'e' scritto, non tanto sulla motivazione tecnica...


Giusto. Seguendo lo stesso ragionamento tu ti compri una mercedes SL da 300 cavalli ma poi al tagliando ti riprogrammano la centralina per fagliene erogare centocinquanta. Senza dirti una fava.

Quello che fa scattare sti ragionamenti è lo stato mentale dell'utenza apple che quando la mettono a pecora invece di lamentarsi per il dolore ti dice che hanno una vasella di ottima qualità.
Nelson Muntz22 Dicembre 2017, 11:05 #9
Originariamente inviato da: znick
non riesco a capire dove sia il dramma: ho un iphone di 4 anni, ho cambiato la batteria e passa la paura!


il 'problema' e' che con il downclock programmato , rischi di NON accorgerti che c'e' un problema di batteria (che a frequenze ridotte 'magicamente' riesce a durare quanto prima o quasi) per cui dai la colpa del telefono 'lento' al processore (telefono obsoleto) .
In sintesi : la procedura di apple 'stimola' maggiormente l'utente a cambiare smartphone piuttosto che la batteria ! L'inghippo sta tutto qua !
recoil22 Dicembre 2017, 11:10 #10
negli USA fanno class action per tutto, era ovvio che appena arrivata la risposta di Apple sul throttling qualche avvocato si sarebbe buttato a pesce, ci hanno messo meno di una giornata quindi sono proprio efficienti

se questo serve a costringerli ad cambiare la loro policy evitando il throlling o meglio ancora informando l'utente e dargli la possibilità di scegliere ben venga
dove c'è il menù risparmio energetico potrebbero aggiungere una voce dove a un certo punto ti trovi il throttling abilitato perché la batteria ha capacità ridotta ma hai la possibilità di toglierlo e correre il rischio di avere una vita breve, l'importante è saperlo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^

              1. 484393719 2018-04-19
              2. 91097718 2018-04-19
              3. 606707717 2018-04-19
              4. 90417716 2018-04-19
              5. 50422715 2018-04-19
              6. 591877714 2018-04-18
              7. 188259713 2018-04-18
              8. 55573712 2018-04-18
              9. 898212711 2018-04-17
              10. 128211710 2018-04-17
              11. 805123709 2018-04-17
              12. 4908708 2018-04-16
              13. 58610707 2018-04-16
              14. 669417706 2018-04-16
              15. 689106705 2018-04-16
              16. 794106704 2018-04-16
              17. 272775703 2018-04-15
              18. 200574702 2018-04-15
              19. 554765701 2018-04-15
              20. 940913700 2018-04-15